teresa palombini Italy Painting

L'opera nasce con l'intendimento di scegliere due o più opere di artisti diversi, viventi o vissuti anche in epoche distanti, (rappresentazioni senza punti d'incontro) ed ipotizzare all'interno della stessa tela un contatto, una possibile comunicazione. Un linguaggio che potesse creare fra loro una sorta di amalgama, un filo conduttore per farle conviverle senza creare disturbo agli occhi dell'osservatore, generando, in sostanza, un'armonia visiva.
Le opere da me scelte sono: "La Musa e il Poeta" di giorgio De Chirico ed una sezione della celebre opera "La nascita di Venere" di Sandro Botticelli.
Contaminazioni rappresenta per me anche una metafora adatta al periodo che stiamo vivendo. Ogni tipo di Cultura, benché differenti e tra loro distanti, può "contaminarsi" vicendevolmente con saperi e conoscenze, così da originare un modello nuovo di convivenza culturale con ricadute e valenze positive per ognuno.